Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito

Tribe Blog

Visitare la Sicilia sud orientale con i bambini

Della Sicilia ci si innamora subito! Sarà per i suoi colori sgargianti così diversi tra loro, sarà per le sue spiagge da sogno o per la sua buona cucina. E poi l'accoglienza tipica dei siciliani che riescono a farti sentire sempre a casa, perché in Sicilia non sei un turista, ma un ospite! E gli ospiti qui sono sacri! La Sicilia è la meta ideale anche per chi viaggia con i bambini e, la zona orientale in particolar modo, offre davvero moltissime possibilità di svago per tutta la famiglia.

Oggi voglio darvi qualche consiglio su cosa fare in Sicilia sud orientale con i bambini alla scoperta del Val di Noto, del barocco siciliano, delle spiagge dorate, dei miti e dei borghi marinari.

Siracusa e Ortigia
La prima tappa del nostro itinerario inizia a Siracusa, capitale della Magna Grecia, dichiarata Patrimonio mondiale dell’Umanità. Siracusa è una città che colpisce per i suoi colori: il bianco della pietra arenaria, e i colori accesi e sgargianti dei suoi mercati e il blu del mare che la bagna. Per prima cosa vi consiglio di visitare il centro storico della città: Ortigia, un'isola nell'isola di incredibile bellezza. Visitare Ortigia con i bambini sarà un’esperienza sensoriale indimenticabile: vi immergerete tra i colori e i sapori del centro storico. Uno spunto per conoscere i miti e le leggende che raccontano le storie di questi luoghi: come il mito di Aretusa, la ninfa dei boschi che per sfuggire al Dio Alfeo chiese aiuto alla Dea Diana, facendosi trasformare in una fonte. Questa fonte è conosciuta con il nome di Fonte Aretusa, uno dei simboli della città di Siracusa: una sorgente d’acqua dolce che sbuca sul mare e sulla quale cresce la pianta del Papiro. Ortigia va scoperta camminando tra i suoi vicoletti. Passeggiando lungo la Via Cavour ci si addentra nel vivo della città, con i suoi negozi, ristorantini e prodotti artigianali. La piazza Duomo è perfetta per i bambini, poiché interamente pedonale, da qui si può ammirare il Duomo, gustando un gelato o una granita siciliana comodamente seduti al Bar Condorelli. Se volete vedere Ortigia da un'altra prospettiva vi consiglio anche di fare un giro in barca. Per visitare la Neapolis, invece, occorrerà una giornata intera. Per i bambini sarà divertentissimo visitare l'orecchio di Dionisio, una grandissima grotta, un tempo usata per rinchiudere i prigionieri. Provate a parlare a voce alta e ad ascoltare l'eco delle vostre voci!

Noto
Chiese e palazzi color miele, terrazze e strade che salgono e scendono. E ancora strane figure mitologiche e maschere mostruose che si posano sui balconi degli edifici barocchi. Noto è stata definita “il giardino di pietra dorata” e solo scoprendola (con il naso all’insù) capirete il perché. Al tramonto il suo fascino è ancora più suggestivo!

Vendicari
L'oasi faunistica di  Vendicari è un luogo magico dove il tempo sembra essersi fermato. Vado spesso a Vendicari con i miei bambini perché oltre alla splendida spiaggia con sabbia dorata e acque cristalline, si possono ammirare molte specie di uccelli (nei periodi di migrazione) come gli aironi, i fenicotteri, gli occhioni e tanti altri. Ci sono vari percorsi da fare a piedi, alcuni anche abbastanza lunghi. Quello che vi suggerisco, ideale per i bambini è il percorso arancione: un sentiero facile dal quale sarà possibile ammirare tra le altre cose anche l'antica tonnara e la Torre Sveva. Lungo il percorso troverete anche dei capanni d'osservazione, quindi non dimenticate i binocoli!

Ragusa Ibla
Ragusa Ibla sembra un presepe. Una città barocca da visitare assolutamente, con le sue chiese e palazzi eccentrici. La chiesa più importante è il Duomo di San Giorgio. Sarà molto interessante scoprire la leggenda del cavaliere Giorgio che uccise il drago per difendere gli abitanti della città. Vi segnalo il trenino barocco, un’ottima idea per visitare la città con i bambini che, si sa, adorano i trenini!

Modica
Una città da gustare, direi! Oltre ai suoi splendidi edifici barocchi, Modica è conosciuta per la produzione del cioccolato modicano, una squisita varietà di cioccolato lavorato a freddo. Questa tecnica gli conferisce una consistenza granulosa e un sapore davvero inconfondibile. Vi segnalo l'Antica Cioccolateria Bonajuto, dove potrete degustare ogni tipo di cioccolato (alla mandorla, all'arancia, al peperoncino, al pistacchio, allo zenzero e persino alla carne). Sempre in tema di cioccolato vi consiglio di visitare il Museo del Cioccolato, dove talvolta è possibile osservare i maestri cioccolatieri all'opera!

I borghi marinari e le spiagge
La zona sud orientale della Sicilia vanta della presenza di spiagge meravigliose, a mio avviso, le più belle della Sicilia.
Tutte sono assolutamente adatte ai bimbi: basse e sabbiose, fondali bassi e sicuri con poche correnti e acque pulite e cristalline. Te ne segnalo alcune: San Lorenzo, Porto Palo, Donna Lucata, Santa Maria del Focallo, Marina di Ragusa, Ispica, Marina di Modica.
Tanti sono i borghi marinari in Sicilia, uno dei più conosciuti è senza dubbio Marzamemi, caratteristico villaggio di pescatori tutto da scoprire. Marzamemi ha una luce tutta sua: colorata e piena di vita in estate, con i suoi ristoranti, caffè all’aperto, gelaterie e street food.
Se siete amanti delle storie di Montalbano, in Sicilia orientale troverete pane per i vostri denti. Infatti è proprio qui che sono state girate le puntate della famosa serie televisiva. Da non perdere, la casa di Montalbano a Punta Secca, il Castello di Donna Fugata e Scicli, che più che una città sembra un grazioso salotto barocco nel quale perdersi tra le sue viuzze caratteristiche.

Raccontato dalla nostra amica e travel blogger Claire in Sicily